[Rockerilla 1991] David Sylvian - Acquamarina dell'hombre li

le interviste rilasciate da David Sylvian e (spesso) tradotte da Cristiana.
gianluigi
Amministratore
Messaggi: 1580
Iscritto il: 26 giugno 2008, 12:48
Località: Cagliari
Contatta:

[Rockerilla 1991] David Sylvian - Acquamarina dell'hombre li

Messaggioda gianluigi » 16 luglio 2013, 13:51

Scansioni gentilemtne fornite da Max Blazevic (kitaj)
Intervista di Alessandro Calovolo.

Nel battito tenero olimpico del più dolce meriggio romano muovo passi discreti lungo la morbida salita di via Veneto. Per un soffuso gioco e suggestivo, giacché sul treno bruno ho letto di Balbec e di tanti trenini francesi, le intermittenze del cuore m'inducono a sognare (cinque miliardi per un mazzo di violette?) del mondo fulgido/fatuo/feroce che mon-sieur Proust tinse di veglie sublimi e alati dìstici di Racine. Roma è per me luogo supremo d'irresistibile incantesimo, e mentre cammino centellinandone i respiri e i bagliori me ne domando il motivo. Non la conosco affatto. Così ròrida di magia, così immediata e segreta... Ciononostante, poiché non sto andando ad una soirée dai Guermantes (il cui soggetto filmico sarebbe stato fantastico trattato da Pier Paolo Pasolini, più che dai progetti - irrealizzati - di Losey e Visconti...), la prospettiva di dialogare con David Sylvian mi appare circostanza d'essenziale solarità. E' sempre assai piacevole incontrarlo, ascoltarlo attentamente mentre mesce con totale bonomia gli accenti freschi di frasi meditate, le pause sorridenti, gli scorci di sguardo assorti. E' molto semplice. Con gli occhiali tondi dalla montatura nera e color brughiera ricorda un giovane bibliofilo portoghese. Si può così pensarlo, il David siderale, nei corridoi moreschi gremiti di scaffali intento ai suoi tomi di suono. Vederlo di tanto in tanto levar lo sguardo dalle pagine armoniche squisite ai moti energici di vele palpitanti nel blu remoto. Sospingere il pensiero nei lisci dèdali di correnti, di acquamarine, semi di tuono. Sylvian del tempo ritrovato.

Rain Tree Crow, sia come gruppo che come evento discografico, è una realizzazione occasionale cui non ne seguiranno altre con lo stesso nome e lo stesso organico. Gli altri componenti della band ne erano consapevoli quando li interpellasti?

D.S.: Certo. Tutto è nato dalle mie esperienze di collaborazione con musicisti amici, come furono "Steel Cathedrals" o i dischi che ho realizzato con Holger Czukay. L'idea di trovarmi in studio senza materiale pronto, dì improvvisare, registrare e poi lavorare ulteriormente sulla musica così ottenuta mi aveva profondamente interessato. Così presi la decisione, in parallelo con la mia carriera di solista, di formare una band duttile improntata alla variabilità costante dei componenti che mi avrebbero di volta in volta coadiuvato. Per collaudare questo procedimento ho deciso di rivolgermi ai musicisti che, per ragioni evidenti, conoscevo meglio. Hanno accettato in modo entusiastico, poiché anche loro erano curiosi di sperimentare come il nostro affiatamento potesse applicarsi, dopo tanto tempo, ad un principio compositivo per noi relativamente inedito.

Leggi l'articolo
"dai, dai, dai..."
Renè Ferretti

Avatar utente
alex2222
Moderatore
Messaggi: 967
Iscritto il: 19 agosto 2007, 15:42
Località: Brescia

Re: [Rockerilla 1991] David Sylvian - Acquamarina dell'hombr

Messaggioda alex2222 » 16 luglio 2013, 14:46

Grazie! Non mi ero accorto che mancava dall'elenco di quelle già pubblicate. Devo decidermi prima o poi a controllare quelle che ho io.

Grazie ancora.

krishna blue
Messaggi: 3404
Iscritto il: 14 giugno 2007, 22:52
Località: IM
Contatta:

Re: [Rockerilla 1991] David Sylvian - Acquamarina dell'hombr

Messaggioda krishna blue » 20 luglio 2013, 11:18

mi piace leggere le interviste degli autori più disparati, musicisti, scrittori, attori, anche di personaggi che non seguo, ma quelle di sylvian, non perché è lui, hanno sempre grande personalità, ha una visione delle cose poco scontata e per nulla noiosa. Più che di musica sembra tratti di qualunque altra forma d’arte. Poi Calovolo…indimenticabile.
Piacevole intervista, grazie duemila.
Ma ora torno all’ascolto di roberto ferrari :D


Torna a “Interviste”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti